Kawasaki Ninja 400

|| || ||

La nuova Ninja 400, con un inedito bicilindrico da 399 cm3, offre performance superiori rispetto al suo predecessore grazie ad un motore più potente e ad un telaio ancora più leggero. Design di alta qualità, guida facile e poco impegnativa, elevata stabilità e straordinaria maneggevolezza rendono la Ninja 400 una moto dalla guida facile e divertente.

Raccogliendo l'eredità della Ninja 250R introdotta nel 2008 e passando per la Ninja 300 del 2012, Kawasaki presenta ad EICMA 2017, dopo averla fatta debuttare al Salone di Tokyo, la nuova Ninja 400 che sostituisce la precedente 300 stravolgendone la linea e riprogettando totalmente il propulsore bicilindrico otto valvole che adesso ha ingombri ridotti, paragonabili al capostipite di 250 cc.

Il nuovo motore rispetta la normativa Euro 4 ma allo stesso tempo eroga una potenza superiore di 6 cv rispetto al 300 (45 cv a 10.000 giri il picco massimo, comunque entro il limite di 35kW della patente A2), grazie a nuovi condotti di aspirazione verticale e all'air-box più ampio che passa da 4,7 a 5,8 litri. La frizione adesso vanta dischi di minore diametro (da 139 a 125 mm) e consente uno sforzo sulla leva ridotto del 20%.

Il nuovo telaio a traliccio è derivato da quello della H2, cui la Ninja 400 fa ampio riferimento anche nella livrea e nelle abbondanti forme di cupolino e carenatura, e vanta il motore installato rigidamente ed elemento stressato della struttura, ribadendo il medesimo concetto tecnico incontrato nelle sorelle sovralimentate del forcellone fissato ad una piastra vincolata al motore. Questa soluzione favorisce il contenimento del peso che viene adesso dichiarato in 164 kg a secco, 8 in meno rispetto alla Ninja 300.

La forcella teleidraulica da 41 mm e il mono posteriore regolabile nel precarico completano un reparto ciclistico improntato alla razionalità, mentre il disco singolo anteriore a margherita da 310 mm, con pinza a due pistoncini, e il disco posteriore da 220 mm vengono assistiti dall'ABS Nissin. Le ruote da 17 pollici calzano pneumatici da 110/70 e 150/60.

Grande attenzione al confort e alla manegevolezza: la Ninja 400 vanta un nuovo convogliatore della ventola del radiatore (protetto da brevetto) che indirizza il flusso termico lontano dal pilota e dal telaio mentre la misura dell'interasse è scesa a 1.370 mm e l’altezza della sella è contenuta in 786mm.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.